Bosco di Ogigia

Bosco di Ogigia

Il Bosco di Ogigia è un progetto di comunicazione indipendente a cura dei giornalisti Francesca Della Giovampaola e Filippo Bellantoni. I video del Bosco di Ogigia trattano di tutela ambientale, buone pratiche per l’agricoltura, produzione alimentare e consigli per mantenersi in salute. Il tutto affrontato nel rispetto delle etiche della permacultura, metodo di progettazione per stili di vita sostenibili. Bosco di Ogigia è anche il nome del bosco commestibile dove Francesca sperimenta l’autoproduzione.
In un momento tanto critico della storia umana, con crisi ambientali, economiche e sociali che coinvolgono l’intero pianeta, il Bosco di Ogigia va alla ricerca delle soluzioni più semplici, alla portata di tutti, per invertire la rotta. Avere consapevolezza dei cicli naturali, tornare ad usare le mani, conoscere la provenienza e le proprietà del proprio cibo, trovare soluzioni poco costose per raggiungere una buona qualità della vita sono bisogni sempre più sentiti e il Bosco di Ogigia dà informazioni e consigli su questi temi. Il tutto è raccontato con semplicità, autoironia e voglia di divertirsi. I video del Bosco di Ogigia sono realizzati con attenzione alle tecniche di ripresa e montaggio e una accurata regia per trasmettere con immagini e suoni la bellezza della natura.
Il Bosco di Ogigia si trova fisicamente in Toscana. È un piccolo campo progettato per raggiungere la stabilità e la produttività di un ecosistema naturale ricco di biodiversità. Nel corso degli ultimi tre anni il Bosco di Ogigia ha prodotto centinaia di video che sono stati visti da milioni di persone grazie alla distribuzione sui principali social. Le storie dall’orto si alternano con le interviste agli esperti, i viaggi nella natura e le inchieste giornalistiche sulle conseguenze delle pratiche agricole industriali. Nel 2020, insieme alla scrittrice Elena Tioli, il Bosco di Ogigia ha prodotto il documentario “Legno Vivo. Xylella oltre il batterio”, per raccontare una versione alternativa del fenomeno del disseccamento degli alberi di olivo in Puglia.

Subscribe Share
Bosco di Ogigia
  • IL BISSO E L’ARTE DI CHIARA VIGO A SANT’ANTIOCO

    Il maestro di bisso Chiara Vigo, di Sant'Antioco in Sardegna, ci porta alla scoperta dell'arte del bisso marino, una fibra tessile che si ricava dal filamento della Pinna Nobilis, un mollusco che vive nel Mediterraneo. Quest'arte, spiega Chiara Vigo, non è in vendita. I suoi manufatti sono di tut...

  • INTERVISTA A LUIGI RUSSO

    Intervista integrale a Luigi Russo. Gli autori del documntario Legno Vivo hanno deciso di dedicare il film a questo giornalista coraggioso, innamorato della propria terra. Luigi è scomparso il 17 novembre scorso, pochi giorni prima della presentazione del documentario

  • INTERVISTA A ROBERTO POLO

    Che cos'è Xylella? Da dove è arrivata? Ne abbiamo parlato con il contadino Roberto Polo, che ci spiega l'importanza di mantenere il suolo vivo. Polo è un contadino, intervistato durante le riprese del documentario LEGNO VIVO. XYLELLA, OLTRE IL BATTERIO

  • COME COLTIVARE GLI ULIVI. L'ULIVETO CHE CRESCE NEL DESERTO

    Come coltivare gli ulivi? L'uliveto dell'Oro del Desierto, in Spagna, mi ha colpito tantissimo. Gli scarti del frantoio servono ad alimentare il suolo, gli animali aiutano a concimare, l'acqua viene recuperata con un sistema di terrazzamenti. Ogni goccia, viene dosata con cura. Vecchi principi ch...