Per comprendere la filosofia che muove il mondo di oggi, è necessario prendere coscienza di una dicotomia fondamentale: da una parte ci sono i tradizionali valori del cristianesimo, del socialismo e del liberalismo, valori espressi dalla nostra Carta costituzionale; dall’altra ci sono valori completamente opposti, non certamente nuovi, ma travestiti come tali, portati avanti da una corrente di pensiero oggi dominante, che assume il nome di “evoluzionismo”.
Che cosa si intende per “evoluzionismo”?
Secondo l’economista Nino Galloni, “si tratta di una filosofia, una cultura, una visione del tutto, nazista o neonazista che, però, abbiamo già incontrato in Klaus Schawb, nel WEF (World Economic Forum), negli ambientalismi estremi, ecc.”.
Quindi qualcosa di assolutamente spaventoso, totalmente disumano e antidemocratico, di cui pochissime persone oggi avvertono il vero pericolo. Qualcosa che dovrebbe essere diffusa e conosciuta da tutti, per potersene difendere.