Torino, città che è ormai uno dei simboli della resistenza alle misure discriminatorie del governo, è tornata a scendere in piazza per ribadire il dissenso al certificato verde. Migliaia di persone hanno sfilato in corteo per le vie della città. Tra gli oratori che hanno parlato c’era anche Stefano Puzzer e poi Gianmarco Capitani, Paolo Alonge, gli studenti contro il green pass e Ugo Mattei, che dal palco ha tuonato:
Oggi la scienza non è più sovraordinata rispetto alla tecnologia ma è inginocchiata di fronte al capitale che controllo la tecnologia“.