Byoblu ha incontrato Jessica Costanzo, deputata de L’Alternativa c’è, che ci ha raccontato la battaglia che il suo gruppo parlamentare ha tentato di condurre contro il Governo e la conversione in legge del decreto di estensione del Green Pass.

“Questa settimana si è consumato un’abominio in termini costituzionali, perché è stato convertito in legge il nuovo decreto green pass. È il quarto, ma probabilmente si tratta del più grave di tutti, perché subordina il diritto di lavorare all’obbligo di questo certificato verde. Già ci aspettavamo che all’interno dell’Aula non ci sarebbe stato margine di dibattito, perché purtroppo, fin dalla nascita del governo Draghi, non c’è mai stata una minima occasione di confronto. È stata posta la dodicesima fiducia in meno di un anno e noi ci siamo trovati di nuovo con il bavaglio. L’unica maniera che abbiamo avuto per farci sentire è stato prenderci tutto il tempo disponibile durante le dichiarazioni di voto”.

La parlamentare ci ha anche anticipato la strategia che il suo gruppo parlamentare metterà in campo in occasione delle elezioni per la Presidenza della Repubblica: proporre un nome di alto profilo morale e politico, che possa mettere alle strette anche altri gruppi parlamentari.