Quarta puntata dedicata alla meditazione Shakti.
Una cupola luminosa al centro della piazza protegge un gruppo di persone, il cui corpo si è fatto luminoso e la cui mente si è fatta silenziosa. Queste persone sono connesse tra loro da raggi di luce, e sono collegati a un punto centrale qualche metro sopra il gruppo: una sfera luminosa. In questo modo l’Anima individuale di ciascun membro è collegata all’Anima collettiva del gruppo, che genera una forte attrazione verso il centro, ponendo fine alle forze disgregative che dominano il mondo di oggi.
Altre persone vengono attratte, come da un magnete, all’interno della cupola.
Le figure oscure che manovrano i raggi velenosi hanno tentato di penetrare la cupola, ma sono stati respinti e si sono allontanati. Ora la piazza è libera da quelle emanazioni oscure.
D’improvviso si crea un’unica cupola luminosa, che copre l’intera piazza. Tutte le persone presenti nella piazza sono così protette.
Spostandoci più in alto, possiamo osservare che lo stesso fenomeno comincia ad avvenire in molte altre piazze del nostro Paese, poi d’Europa e, infine, dell’intero pianeta Terra.