Prosegue la meditazione Shakti iniziata nella scorsa puntata.
Durante la visualizzazione guidata di oggi vediamo che nella piazza brulicante, in cui le menti sono sotto l’influsso della propaganda velenosa, accade qualcosa di nuovo: alcune persone più avanti nell’evoluzione si rendono conto che occorre fare un lavoro interiore come primo passo. Si riuniscono così al centro della piazza, si siedono in cerchio, si prendono per mano e rivolgono l’attenzione ai pensieri brulicanti. Si rendono così conto che questi pensieri non sono frutto della loro volontà, ma del condizionamento derivante proprio dalla propaganda a cui sono continuamente soggetti. Occorre quindi fare silenzio. Per questo danno vita ad una pratica di gruppo, al fine di rendere la mente silenziosa e liberarsi dai pensieri tossici: si rivolgono al corpo e seguono il respiro. I loro corpi diventano così luminosi, come fossero fatti di luce dorata.