Le ultime dichiarazioni fatte dalle Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi sono preoccupanti. Ha infatti dichiarato che la scuola non è più un luogo di conoscenza, ma serve per tenere la complessità del mondo digitale. Le abbiamo commentate insieme al docente e scrittore Pietro Ratto, che oltre a criticare l’operato del Governo ha proposto una via d’uscita da quello che sembra essere un processo di omologazione dei futuri studenti.