La censura del Potere mette sempre a tacere le voci di dissenso, quelle che da ormai due anni a questa parte cercano di informare i cittadini. Lo sa bene Byoblu, che ha perso il suo storico canale Youtube per aver osato mostrare che la narrazione è anche un’altra. E lo sa bene anche il giornalista Maurizio Bolognetti che è stato censurato da Radio Radicale. La storica emittente, come spiega Bolognetti, sembra essere molto lontana da quella che si ritrovava nel motto “in una voce tutte le voci”. “Siamo in piena emergenza democratica dell’informazione” – avverte Bolognetti. Scoprite perché nell’intervista che ha realizzato Byoblu.