“La sanità è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, e non consiste solo in un’assenza di malattia o d’infermità”: così si esprimeva l’Organizzazione Mondiale della Sanità nel suo Atto costitutivo firmato a New York nel 1946.
Non è certo questo lo stato in cui vivono oggi migliaia di lavoratori italiani, che sono scesi in moltissime piazze del nostro paese per difendere quei diritti che la Costituzione, cioè l’Anima del Popolo, garantisce a tutti noi.
La via per uscire dalla sofferenza è, prima di tutto, quella del lavoro interiore. Per mantenerci in salute, in questo periodo così difficile, dobbiamo imparare a rilassarci, a portare la nostra mente in un luogo dove poter stare finalmente bene. Questa pratica può essere appresa da tutti sviluppando la propria fantasia e creatività, esattamente come fanno i bambini.