Esiste, già in atto da tempo, un attacco a tutti i valori che resistono all’ideologia neoliberista: la famiglia, la salute, il lavoro, e naturalmente la scuola. Quest’ultima è diventata l’emblema, il banco di prova per l’esercizio di poteri tanto arbitrari quanto incontrollabili. Per l’UNESCO si tratta dell’ “esperimento di più vasta scala nella storia dell’istruzione”.

L’isolamento fisico e psicologico, l’asservimento terapeutico, il condizionamento sociale, l’annichilimento culturale… tutti obiettivi concentrici che servono a forgiare materiale umano conforme e obbediente, perché la deculturazione è una chiave di sottomissione. Ci siamo chiesti che effetto avrà questo sconvolgimento sulle vite dei nostri figli?