Lorena Nicardi è una persona che ha dedicato tutta la vita all’educazione, soprattutto dei ragazzi difficili. È una persona da sempre di sinistra, profondamente delusa dall’attuale servilismo al potere dei partiti e media sedicenti progressisti.

Ed è  una persona disabile, di quelle cioè che il fascismo attualmente al governo definisce fragili e cui vorrebbe estendere una ambigua e strisciante protezione, ma che al fascismo si ribella e si presenta ogni settimana in piazza per lottare e per abbatterlo. Ha dichiarato che andrebbe in piazza anche da sola se fosse necessario, ma fortunatamente sola non è: sabato 25 settembre era a Roma (lei di Sesto San Giovanni) per la manifestazione dei centomila.

Quella che condurremo insieme sarà una conversazione tesa a far emergere nel modo più chiaro possibile la fisionomia morale, politica e umana di una autentica combattente per la libertà, come esempio e come stimolo per tutti noi.