Il settore degli autotrasporti italiano, già sofferente per le politiche attuate negli ultimi 40 anni, in tempi di restrizioni legate al covid vede aggiungersi atti discriminatori nei confronti di quei lavoratori che non intendono sottoporsi alla sperimentazione della terapia genica fortemente consigliata dal governo e le istituzioni attraverso il ricatto del green pass.

Ne abbiamo parlato con Tania Andreoli, presidente della L.A.A.I.S, Lega Autisti Autotrasportatori Indipendenti Siciliani. Intervista di Alessandro Amori per Playmastermovie.