Non il pane, ma la forza degli ideali tiene in vita l’uomo”. E ancora: “C’è una cosa più forte di tutti gli eserciti del mondo. E questa cosa è un’idea il cui momento è ormai giunto“. Ma anche: “La democrazia in senso letterale non è oggi possibile, ma se il popolo non si rende conto di questa impossibilità e vuole comunque illudersi che gli possa esser data la possibilità di autogovernarsi, allora un’oligarchia è autorizzata a stabilirsi al potere per decenni facendosi chiamare ‘governo democratico’“.

Questi sono solo alcuni dei passaggi che si possono leggere sul libro di Salvatore Brizzi, editore e scrittore: “La rinascita italica. Ritrovare l’amor patrio attraverso il lavoro su di sé“, nel quale Brizzi parla della figura del monaco guerriero e spiega come non restare intrappolati all’interno dei propri gusci, cioè la mente, i pensieri, le emozioni e il corpo, ma raggiungere l’essenza dell’Uomo. Ma per fare questo, dovremo essere pronti a combattere… “un metro al minuto”.

In altri termini, o riusciamo ad ottenere un perfetto controllo delle nostre emozioni, dei nostri pensieri, oppure accettiamo che ci sia qualcun altro che li sta manipolando. Solo a queste condizioni la politica tornerà a rappresentare pienamente i nostri interessi e a soddisfare le nostre aspettative.