Il libretto delle vaccinazioni si scrive sottopelle“: questo è il titolo della notizia dato dall’Ansa il 2 gennaio 2020 riguardo lo sviluppo di una tecnologia da parte di un team guidato da Kevin McHugh, professore di bioingegneria, annunciato sul sito della Rice University il 18 dicembre 2019. Si tratta di una sostanza chiama Quantum dots (punti quantici) , i quali verrebbero iniettati assieme al vaccino: una volta inseriti sotto la pelle diventerebbero simili ad un tatuaggio con codice a barre, il quale potrebbe essere letto da uno smartphone.

Quali sono i possibili usi di questa nuova tecnologia applicata ai vaccini? Per rispondere a questa domanda, Massimo Mazzucco intervista il dott. Massimo Citro e il fisico Dario Spera.