Le dichiarazioni di Giuliano Cazzola, che in diretta TV ha affermato che per i manifestanti contro il Green pass ci sarebbe bisogno di Bava Beccaris stanno facendo il giro del web. Ma la macchina del fango non si ferma ed è stata concertata nei minimi dettagli da una regia che sapeva bene come fare per creare l’identikit del “mostro”.

Si continua a discutere su come vengano conteggiati realmente i decessi dovuti al Covid 19. Tanti dubbi erano stati sollevati già in passato e adesso l’ultima critica arriva dalla Germania, dove un accademico sostiene che i dati sulle morti siano stati decisamente gonfiati.

Antonino Mondo, 49 anni e senza patologie pregresse era ricoverato dalla fine del mese scorso in gravi condizioni. Dopo la somministrazione della seconda dose Pfizer, Mondo avrebbe cominciato a lamentare forti dolori alle gambe e in altre parti del corpo. Al punto che le sue condizioni di salute si sono sempre più aggravate ed è stato necessario il trasferimento d’urgenza nel reparto di terapia intensiva. E da quel reparto non è più uscito.

Sono sempre più numerosi i casi di bambini prelevati dalle proprie famiglie, spesso da madri separate da mariti violenti, che finiscono in vortice senza fine di affidamenti. Un fenomeno che non trapela sui media mainstream ma che, a detta delle madri che abbiamo incontrato ieri in piazza Montecitorio, ricorda da vicino il caso Bibbiano.