Dopo l’astioso tweet “Chiusi in casa come i sorci” indirizzato a chi non si è sottoposto al vaccino, Burioni prosegue con la sua campagna denigratoria verso chi non la pensa esattamente come lui. Stavolta Burioni se la prende contro un gruppo di ragazzi e ragazze colpevoli di aver deciso di andare a mangiare una pizza al ristorante. “Grazie a questi irresponsabili (avventori e gestori) da lunedì la Sicilia è in zona gialla. Se martedì (Dio non voglia!) siete in Sicilia, vi viene un infarto e trovate la rianimazione piena sapete chi ringraziare” recita il suo tweet.