Calogero Burgio è un insegnante “per vocazione”, professore di scuola media in scienze e matematica e docente a contratto presso l’università di Palermo. Una persona che ha dedicato la sua intera vita alla formazione degli studenti all’interno della scuola pubblica. Dal settembre prossimo, però, Burgio rischia di rimanere senza impiego e senza stipendio perché, come molti suoi colleghi, non è disposto a sottostare all’ obbligo vaccinale surrettiziamente imposto tramite il green pass. Con lui abbiamo parlato di questo, ma anche delle condizioni in cui versa la scuola pubblica italiana, che, secondo Burgio, è sotto attacco da 25 anni, come dimostra il fatto che ogni nuovo governo insediatosi alla guida del paese ha imposto una nuova riforma, peggiorativa per il mondo dell’insegnamento e della formazione pubblica.