Oggi facciamo un viaggio nella poesia: da Dante Alighieri ai Beatles, passando per il poeta maledetto Charles Baudelaire. Tutti immaginavano viaggi fantastici, dai toni iniziatici, verso un mondo migliore. “Guido, i’ vorrei che tu e Lapo ed io” del sommo poeta, “Moesta et errabunda” del poeta simbolista francese e “Yellow submarine” di Paul McCartney “dialogono” tra di loro e, seppur scritte a distanza di secoli, sembrano animate dagli stessi sentimenti e dalla medesima urgenza di vivere felici in un mondo accogliente.
Come realizzare questo sogno oggi ai tempi delle restrizioni imposte dai governi di tutto il mondo?